La natura non serve

Penso che stanno veramente superando ogni limite…

vogliamo veramente ritrovarci a vivere soli in un mondo di cemento con l’unica rappresentanza animale degli allevamenti intensivi?

fuori dalla finestra...

fuori dalla finestra...

Tratto da

http://www.beppegrillo.it/2009/03/testo_disegno_d.html#comments


La Natura non serve. Meglio il cemento e le doppiette a sedici anni per sterminare i pochi animali selvatici in circolazione. La LIPU ha esaminato il disegno di legge Orsi e l’ha comparato alla legge di protezione della fauna esistente. Franco Orsi del PDL dovrebbe chiamarsi “Big Hunter” o “Il Figlio di Boss(ol)i”. Dovremmo introdurre le ronde per vigilare sui parlamentari. Ogni giorno cercano di rendere la nostra vita più miserabile.
Riporto, tra le tante ricevute, una mail sul disegno di legge Orsi.

“Il disegno di legge del senatore Franco Orsi: una lista di orrori senza fine.
Dal Senato della Repubblica parte in questi giorni uno dei più gravi attacchi alla Natura, agli animali selvatici, ai parchi, alla nostra stessa sicurezza: un disegno di legge di totale liberalizzazione della caccia. E’ firmato dal senatore Franco Orsi.
Animali usati come zimbelli, caccia nei parchi, riduzione delle aree protette, abbattimenti di orsi, lupi, cani e gatti vaganti e tante altre nefandezze.
La legge 157/1992, l’unica legge che tutela direttamente la fauna selvatica nel nostro Paese, sta per essere fatta a pezzi.

Ecco la lista degli orrori:


– Sparisce l’interesse della comunità nazionale e internazionale per la tutela della fauna.L’Italia ha un patrimonio indisponibile, che è quello degli animali selvatici, alla cui tutela non è più interessato!
– Scompare la definizione di specie superprotette. Animali come il Lupo, l’Orso, le aquile, i fenicotteri, i cigni, le cicogne e tanti altri, in Italia non godranno più delle particolari protezioni previste dalla normativa comunitaria e internazionale.
– Si apre la caccia lungo le rotte di migrazione. Un fatto che arrecherà grande disturbo e incentiverà il bracconaggio, in aree molto importanti per il delicatissimo viaggio e la sosta degli uccelli migratori.
– Totale liberalizzazione dei richiami vivi! Sapete cosa sono i richiami vivi? Gli uccelli tenuti “prigionieri” in piccolissime gabbie per attirarne altri. Già oggi questa pessima pratica è consentita, seppure con limitazioni. Ma il senatore Orsi vuole liberalizzarla totalmente Sarà possibile detenerne e utilizzarne un numero illimitato. Spariranno gli anelli di riconoscimento per i richiami vivi. Sarà sufficiente un certificato. Uno per tutti! Tutte le specie di uccelli, cacciabili o non cacciabili, potranno essere usate come richiami vivi. Anche le peppole, i fringuelli, i pettirossi.
– 700 mila imbalsamatori. I cacciatori diventeranno automaticamente tassidermisti, senza dover rispettare alcuna procedura. Animali uccisi e imbalsamati senza regole. Quanti bracconieri entreranno in azione per catturare illegalmente animali selvatici e imbalsamarli?
– Mortificata la ricerca scientifica. L’Autorità scientifica di riferimento per lo Stato (l’Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, oggi ISPRA) rischia di essere completamente sostituta da istituti regionali. Gli istituti regionali rilasceranno pareri su materie di rilevanza nazionale e comunitaria. Potenziale impossibilità di effettuare studi, ricerche e individuazione di standard uniformi sul territorio nazionale.
– Si apre la caccia nei parchi a specie non cacciabili. Un’incredibile formulazione del Testo Orsi rende possibile la caccia in deroga (cioè la caccia alle specie non cacciabili) addirittura nei Parchi e nelle altre aree protette! Saranno punite le regioni che proteggono oltre il 30% del territorio regionale! Norma offensiva! Chi protegge “troppa” natura sarà punito. Come se creare parchi dove la gente e gli animali possano vivere e muoversi sereni, fosse un reato!
Licenza di caccia a 16 anni. Invece che educare i ragazzi al rispetto, ecco a voi i fucili!
– Liberalizzato lo sterminio di lupi, orsi, cervi, cani e gatti vaganti eccetera! Un articolo incredibile, che dà a i sindaci poteri di autorizzare interventi di abbattimenti e eradicazione degli animali, in barba alle più elementari norme europee. Basterà che un singolo animale “dia fastidio”. Un vero e proprio Far West naturalistico.- Leggi regionali per cacciare specie non cacciabili. Non sono bastate quattro procedure di infrazione dell’Unione europea, non sono bastate due sentenze della Corte Costituzionale. Il senatore Orsi regalerà a Veneto e Lombardia, ovvero agli ultrà della caccia, la possibilità di continuare a cacciare specie non cacciabili, e di farlo con leggi regionali. E le multe europee le pagheremo noi!
– Caccia con neve e ghiaccio. Si potrà cacciare anche in presenza di neve e ghiaccio, cioè in momenti di grandi difficoltà per gli animali a reperire cibo, rifugio, calore.
Ritorno all’utilizzo degli uccelli come zimbelli! Puro medioevo! Le civette legate per zampe e ali e utilizzate come esca!

un'occhiatina in giro...

un'occhiatina in giro...

– Ridotta la vigilanza venatoria. Le guardie ecologiche e zoofile non potranno più svolgere vigilanza! Nel Paese con il tasso di bracconaggio tra i più alti d’Europa, cosa fa il Senatore Orsi? Riduce la vigilanza!
– Cancellato l’Ente Nazionale Protezione Animali dal Comitato tecnico nazionale. Le associazioni ambientaliste presenti nel Comitato sulla 157 saranno ridotte da quattro a tre. L’ENPA, storica associazione animalista italiana, viene del tutto estromessa
Diffondete questo documento, iscrivetevi alle liste in difesa degli animali selvatici che stanno nascendo sui blog, su Facebook.
Evitiamo che l’Italia precipiti in questa forma di barbarie. La natura è la nostra vita.”
Testo disegno di legge Franco Orsi * (PDL) confrontato con la legge esistente, dal sito della LIPU**

1. Contattate i componenti della Commissione Territorio e Ambiente del Senato ° che devono discutere la legge Orsi.
2. Inviate una mail con la vostra opinione e/o suggerimenti sulla legge a Franco Orsi
3. Partecipate al gruppo su Facebook ***

* http://www.lipu.it/pdf/caccia/Analisi%20Testo%20Orsi.pdf

** http://www.lipu.it/news/no.asp?778

° http://www.senato.it/leg/16/BGT/Schede/Commissioni/0-00013.htm

*** http://www.facebook.com/group.php?gid=56221250828

http://www.baseverde.org/petizioni/petizione-bozza-legge-orsi-caccia/

http://www.oipaitalia.com/caccia/appelli/orsi_petizione.html

La vera selvatica che è in me è furibonda di indignazione!

Intorno a casa nostra chiacchieravano l’anno scorso tre, dico TRE ghiandaie, e più sotto qualche centinaio di metri in linea d’aria, presso la casa e gli orti dei nostri più prossimi vicini un’altra famiglia di tre o quattro di loro erano tutta la popolazione di ghiandaie della valletta dove stiamo, in autunno è salito un po’ di volte un cacciatore del paese di quelli solitari, non dei cinghialisti per intendersi, ed è passato davanti alla nostra porta di casa tornando dalla sua battuta; siccome lo conosciamo,  per cortesia, anche se sa bene come la pensiamo, abbiamo chiesto cosa cacciava e così ci ha detto che non avendo trovato nient’altro si era accontentato di un paio di ghiandaie… io sono restata scioccata del fatto che sia possibile e saputo esserlo sono inorridita e gli ho manifestato il mio dispiacere dicendo speriamo che non siano le mie amiche… e lui mi ha detto di non averle prese in Liguria bensì in Piemonte… (il confine è a poche centinaia di metri da casa nostra oltre il torrente….) ebbene non c’è più stato il chiacchericcio delle ghiandaie qui da noi, credo ne sia forse sopravvissuta una che si è aggregata a quelle più in basso che ci sono ancora, incontrandolo un altro giorno gli ho attaccato una discussione, sempre in via amichevole, ma piuttosto dura, ma lui niente, ancora a sostenere che sono nocive e mangiano la frutta del nostro vicino…. TRE GHIANDAIE!  NON DECINE, TRE!!!

Al signor Orsi e a tutti quelli della sua specie, a tutte le cariatidi che stanno svendendo la Terra per continuare a sedere in emicicli vertici del potere, per riempirsi le tasche, dedico queste strofe scritte da più di 4000 anni.

Tratte dall’epopea di Gilgamèsh, sono quelle proferite da Humbaba,  Guardiano degli Alberi, protettore della Foresta e della Natura quando Enkidu, “fratello” di Gilgamèsh preso da una insano odio verso il Signore della “morte” gli dichiara una folle guerra e colpisce gli Alberi  abbattendoli con la sua scure accecato dalla paura di ciò che non comprende e non conosce

HUMBABA     “Sono io il Guardiano dei ritorni

Io salvo ogni granello che si perde.

Nell’utero materno

si ricompone,

secondo le precise antiche forme,

ogni frammento che si decompone.

Ma al mondo chi capisce

l’opera mia necessaria e modesta?

Chi scopre quanto viva

sia la presunta Morte?

Maledetti coloro

che attentano alla vita,

bruciano le foreste,

avvelenano i fiumi.

Ed esalano fumi

fuligginosi

nell’aria che anche il pargolo respira.

Hanno insegnato la ferocia ai cani

corrompendo la calma delle notti.

E maledetti i cacciatori

che straziano le prede

fiduciose e innocenti.

E maledetti i domatori

che sanno in predatori trasformare

gli erbivori tranquilli

e maledetti i falconieri

anche se la colomba non consente

d’esser mutata in falco.

Anche voi, prostitute, io maledico

perchè accendete fuochi nelle selve

e simulate l’armonia

delle coppie felici

accanto ai focolari…”

L’epopea di Gilgamèsh Mario Pincherle ed.Melchisedek

Spero che siano sommersi dalle petizioni e che le loro caselle di posta strabordino di proteste, civili e democratiche, anche di quei cacciatori che dicono di “amare la natura” ma soprattuttodei figli che non vedranno mai in futuro la vita selvatica se non in  documentari e zoo, delle mogli delle madri, e visto che giorno è domani, delle DONNE che dovrebbero più di tutti capire lo scempio della vita che si sta perpetrando con questa e con le altre recenti trovate di chi “gioca a palla” con la vita e con la morte tenendosi a debita distanza dal sacrificio.

One thought on “La natura non serve

  1. Anche io e i miei “pelosi” siamo abbastanza sconvolti dalle ultime lungimiranti (si fa per dire) decisioni…
    Non bastava che ad ogni inizio d’autunno si rischia di finire impallinati quando si va a zonzo per la campagna… Adesso anche questo…
    Non ho parole e ci sono momenti in cui mi sento davvero abbattuta. Poi rialzo la testa e torno a battagliare, ma è tutto abbastanza triste…

    PS: ho letto sul sito che domenica e lunedì eravate a Conzano… a casa mia, praticamente!! Peccato che l’ho letto solo oggi…😦
    Cercherò di venirvi a trovare a luglio in Val d’Aosta!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...